L’intrusione di acqua salata: la paura per il pozzo d’acqua

L'intrusione di acqua salata: la paura dei pozzi d'acqua

L’intrusione di acqua salata nel pozzo è il timore di molti proprietari 😱, poiché rischia di distruggere il pozzo per molto tempo. Il rischio è ancora maggiore nei periodi in cui i livelli delle acque sotterranee sono più bassi o molto più bassi del normale, come purtroppo accade in questo momento (maggio 2022) in quasi tutta la Svezia. Inoltre, di solito le acque sotterranee non si riempiono fino all’autunno (si veda la precedente newsletter sulle acque sotterranee).

Per evitare l’intrusione di acqua salata, è importante tenere sotto controllo il proprio pozzo, la velocità di recupero dopo l’uso e l’influenza che il livello delle acque sotterranee ha sulle condizioni locali, sulle precipitazioni e sull’uso.
Aqvify vi aiuta a utilizzare il vostro pozzo in modo sostenibile!

Abbiamo chiesto ad Anders Nordström, docente senior dell’Università di Stoccolma, di spiegarci in dettaglio perché si verifica l’intrusione di acqua salata nei pozzi, dove è più probabile che si verifichi, se è perseguibile e come evitarla.

Anders è l’autore del libro “L’acqua potabile – il nostro alimento più importante” e un pioniere del settore.
È anche uno degli utenti più longevi di Aqvify, cosa di cui siamo molto felici e orgogliosi!

Passiamo ad Anders!

Come si verifica l’intrusione di acqua salata nel vostro pozzo?

Normalmente, le acque sotterranee sono dolci e si sono formate grazie alle precipitazioni che si infiltrano nel terreno e poi percolano (affondano) per gravità nei pori degli strati di terreno e ulteriormente nelle fessure della roccia o, per le rocce sedimentarie, nei pori.
L’acqua sotterranea riempie tutti i pori o le fessure al di sotto della falda freatica.

In prossimità delle coste marine, si può capire che l’estrazione di acqua freatica da un pozzo scavato o trivellato vicino alla costa può portare alla penetrazione di acqua marina salata nel pozzo.

Tuttavia, forse il più comune è il rischio di incontrare acque sotterranee fossili (relitte), cioè acque sotterranee salate di vecchia data che si sono formate quando l’area del pozzo era sotto il livello del mare in un mare salato. Questo è accaduto durante lo scioglimento dell’ultima era glaciale.
La superficie del suolo era allora molto più bassa di oggi, perché lo spessore del ghiaccio premeva sulla roccia.
Ampie zone della Svezia si trovavano sotto il livello del mare (al di sotto del cosiddetto limite marino, cioè nel mare salato).
Dopo lo scioglimento dei ghiacci, la terra ha iniziato a sollevarsi – il cosiddetto “land uplift”.

Gran parte delle zone costiere e della Svezia centrale sono rimaste a lungo sotto il livello del mare e durante questo periodo l’acqua salata è penetrata e ha formato acque sotterranee salate.
L’acqua freatica salata ha una densità maggiore (è più pesante) rispetto all’acqua dolce.
Con l’aiuto del sollevamento della terra, gran parte del territorio svedese è stato sollevato sopra il livello del mare, ed è qui che si forma l’acqua dolce di falda grazie alla pioggia e al disgelo della neve. L’acqua dolce galleggia come un cuscino sopra l’acqua salata relitta o fossile.

Figura 1: Rapporto SGU 2007:20: Aree coperte da mari salati dopo l'era glaciale (aree gialle) (cliccare per ingrandire)

Acqua salata nella sorgente di acqua sotterranea

Il sale presente nel mare e nelle acque sotterranee salate è costituito in gran parte da cloruro (Cl) e sodio (Na).
L’acqua salata del mare può penetrare nelle fessure e nei pori della roccia in vari modi per formare acque sotterranee salate.
Il contenuto di cloruro delle acque sotterranee è quello a cui si fa più comunemente riferimento.
La soglia di potenza per il cloruro è di circa 200-300 mg/l Cl e per il sodio 50-200 mg/l Na.
Le acque sotterranee naturali hanno 1-20 mg/l Cl.
Le acque sotterranee con più di 50 mg/ Cl sono chiamate saline.
100 mg/l Cl è il valore limite dell’Agenzia alimentare nazionale svedese per le osservazioni tecniche sull’acqua potabile a causa del rischio di corrosione delle tubature.
Il valore limite si applica sia ai pozzi d’acqua comunali che a quelli privati.

In natura, vi è un’intrusione di acqua salata dal mare a 0-100 m dalla costa.
Come descritto in precedenza, in ampie zone del Paese esistono acque sotterranee relitte.
Inoltre, i cloruri vengono normalmente aggiunti in quantità minime con le precipitazioni, ma anche dal vento proveniente dal mare e diretto verso le coste.
Le aree costiere ricevono quindi più sale rispetto alle aree interne.
Di solito questo non causa problemi alla qualità delle acque sotterranee.
La salatura delle strade invernali può anche aumentare il contenuto di cloruri nelle acque sotterranee dei pozzi vicini.

Nelle aree costiere, come l’arcipelago di Stoccolma, i prelievi di acqua freatica possono essere così consistenti che l’acqua freatica salata compare improvvisamente nel pozzo.

Perché succede questo?
L’acqua salata può scomparire di nuovo?

Perché l’acqua salata entra?
L’acqua salata può scomparire di nuovo?

In prossimità del mare, la falda freatica è normalmente (in assenza di prelievi) più alta del livello del mare, impedendo all’acqua marina salata di entrare e mescolarsi con l’acqua dolce.
Questo rende possibile trovare acqua dolce anche vicino alla costa.
La maggior parte dei pozzi nelle zone costiere si trova nel sottosuolo, cioè viene utilizzata l’acqua di falda nelle fratture.
A causa della maggiore densità dell’acqua salata, a una certa profondità si crea un confine tra acqua dolce e salata.
L’acqua dolce galleggia come un cuscino sull’acqua freatica salata.

Quando si estrae l’acqua freatica, la falda si abbassa e si forma il cosiddetto imbuto di affondamento con la punta rivolta verso il basso.
La differenza di densità tra l’acqua dolce e quella salata fa sì che lo strato limite si alzi di molte volte rispetto all’abbassamento della superficie delle acque sotterranee.

C’è quindi il rischio che il prelievo dal pozzo avvenga al di sotto dello strato di acqua dolce e produca quindi acqua salata.
È quindi molto facile ottenere acqua salata nei pozzi profondi quando i prelievi nei propri pozzi o in quelli dei vicini aumentano e la falda freatica si abbassa, soprattutto se le acque sotterranee sono già basse a causa delle scarse precipitazioni durante il periodo dell’anno che reintegrano i depositi.

Intrusione di acqua salata con e<br />senza prelievi d'acqua

Il livello delle acque sotterranee può anche abbassarsi a tal punto che il mare penetra nelle fessure vuote.
Ciò avviene più facilmente nella zona costiera fino a circa 100 m dalla riva.
Anche in questo caso si producono acque sotterranee saline.
Poiché il movimento dell’acqua sotterranea nelle fratture del basamento è così lento, non sarà possibile far uscire l’acqua salata appena intrusa o l’acqua fossile salata se non tra 10-30 anni in un pozzo scavato nella roccia a 60-80 m di profondità.
Esistono grandi variazioni nei tempi di recupero.

Chi è interessato?

I proprietari di case vacanza sono forse le principali vittime delle acque sotterranee saline nelle aree al di sotto del limite marino e in particolare nelle regioni costiere.
Hanno aumentato il loro consumo idrico annuale attraverso un maggiore utilizzo di acqua per docce, bagni, lavatrici e un maggior numero di giorni di utilizzo della proprietà all’anno, oltre a creare un’alta densità di case vacanza, che può portare a un’estrazione di acqua freatica superiore alla nuova formazione di acqua freatica, con conseguente subsidenza delle acque sotterranee.
Ciò modifica la posizione del confine tra acqua dolce e salata nell’acquifero.
Questo può portare all’intrusione di acqua salata in alcuni pozzi.

Anche chi utilizza l’acqua dolce del sottosuolo in modo molto moderato da molto tempo può essere colpito dall’aumento dei prelievi dei vicini.
La voragine creata nel pozzo di un vicino (a una distanza di circa 50-100 m) si ripercuote sul vostro pozzo.
Nella Figura 3, l’immagine superiore mostra una roccia granitica in cui le fratture sono in contatto tra loro.
L’immagine inferiore mostra come si influenzano a vicenda.
In questo caso, il pozzo con il maggiore abbassamento riceve per primo l’acqua salata.
L’altro pozzo non ha ancora subito l’intrusione di acqua salata.

Senza prelievo, risp.<br />Pozzi con prelievo e imbuto che sprofonda creando un'intrusione di acqua salata (cliccare per ingrandire).

Cosa si può fare per evitare l’intrusione di acqua salata?

Tutti devono osservare la posizione della falda freatica nel proprio pozzo e non permettere che scenda al di sotto del livello minimo annuale precedente.
Negli anni che iniziano con un livello di acque sotterranee più basso del normale (come nel maggio-giugno 2022!), è necessario prestare particolare attenzione all’uso dell’acqua.

Se il livello di cloruro è superiore a 100 mg, è necessario ridurre immediatamente il prelievo di acqua dal pozzo.
Se siete fortunati, il livello di cloruro scenderà, ma potrebbe volerci del tempo (anni).
Per le case di vacanza, potrebbe essere necessario dare priorità all’uso di servizi igienici, lavatrici e docce.
È inoltre possibile ridurre significativamente il prelievo di acqua utilizzando ugelli a basso flusso sui rubinetti.

Se il pozzo è già interessato, può essere utile alzare la pompa in modo che il prelievo d’acqua sia superiore alla soglia ed eventualmente utilizzare metodi per ridurre la profondità del pozzo.

SE FATE SEMPRE ATTENZIONE AI PRELIEVI DAL POZZO DI FALDA, SPERO CHE EVITERETE PROBLEMI DI ACQUA SALATA.

Volete una spiegazione più dettagliata del problema dell’intrusione di acqua salata?
Allora leggete il libro (in svedese)“Dricksvatten – vårt viktigaste livsmedel.

Portate il vostro pozzo online con Aqvify!

Volete utilizzare il vostro pozzo in modo sostenibile, efficiente e in tutta tranquillità? Aqvify fornisce informazioni dettagliate facilmente accessibili nella nostra app. Per saperne di più, leggete qui.

NUOVO! Lasciate che Aqvify gestisca l’installazione da cima a fondo. Per saperne di più , leggete qui.
Naturalmente potete anche scegliere di effettuare l’installazione da soli.